Statistiche

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Il Comune investe sempre più nell'ambito delle statistiche. Due le pubblicazioni presentate a Palazzo Orsetti. La prima riguarda il profilo di salute dei cittadini lucchesi, l'altra un corposo «annuario statistico» che fornisce una precisa analisi della popolazione lucchese fra il 2001 e il 2004.

A presentare la pubblicazione sul profilo di salute c'erano, con l'assessore Luca Leone, il direttore generale dell'Asl, Oreste Tavanti con i suoi più stretti collaboratori, oltre ai responsabili del Comune per la statistica.

«Il Comune e l'Azienda Usl — è stato detto — hanno elaborato il primo profilo di salute dei cittadini lucchesi, un'analisi epidemiologica, demografica e sanitaria della popolazione che vive nel capoluogo. Si tratta in pratica di una radiografia dello stato di salute dei residenti lucchesi nel periodo 2001-2004, con il 2004 come anno di riferimento.

Grazie all'istituzione di un rigoroso sistema statistico sanitario sono stati incrociati e integrati i dati demografici del Comune di Lucca e quelli sanitari messi a disposizione dall'Azienda Usl».

Obiettivi di questo lavoro sono : 1) informare periodicamente i cittadini sui fenomeni socio-sanitari in atto a livello territoriale e quindi sui corretti comportamenti da tenere per la propria salute e per una buona qualità della vita; 2) monitorare lo stato di salute della popolazione del Comune di Lucca e valutare il suo andamento nel tempo per poter intervenire in modo ancora più tempestivo e appropriato su problematiche ed emergenze di carattere socio-sanitario; 3) valutare al meglio i bisogni dei cittadini e programmare gli interventi necessari, soprattutto in ambito preventivo.

Per quanto riguarda invece l'«annuario statistico», presentato dal vice sindaco Domenico Riccio, questa prima edizione si presenta come una raccolta di informazioni strutturate in 18 sezioni tematiche contenenti un'introduzione all'argomento e un insieme di tavole e grafici basati su dati quasi esclusivamente inediti, appositamente raccolti e controllati dall'ufficio statistica.

Gli argomenti di maggiore utilità sono rappresentati dalle informazioni sulla sanità e i servizi socio-assistenziali, che permettono di focalizzare l'attenzione sui residenti lucchesi e di approfondire l'analisi sugli anziani, vista la loro numerosa presenza in città. Per quanto riguarda la popolazione dalle pubblicazioni emerge che al 31 dicembre 2004 i residenti nel Comune di Lucca erano 86.662, di cui circa il 48 per cento maschi e il 52 per cento femmine, composizione per sesso molto simile alla popolazione totale dell'Azienda USL 2, di cui il Comune di Lucca rappresenta il 40 per cento.

Negli ultimi anni la popolazione è in aumento. Inoltre, alcune proiezioni fanno prevedere 87.026 residenti nel 2013 e 86.999 nel 2023. Si rileva un quoziente di incremento totale positivo, legato soprattutto al fenomeno migratorio che compensa un tasso di incremento naturale ancora negativo (i nuovi nati sono inferiori ai decessi).

La composizione della popolazione lucchese per fasce d'età è caratterizzata da una forte presenza di anziani (il 23 per cento circa del totale) superiore a quella nazionale (18 per cento circa). In generale si può affermare che l'età media nel Comune di Lucca, così come quella della Regione Toscana è molto più alta di quella nazionale. Il dato è confermato dagli indici demografici di invecchiamento, con l'indice di vecchiaia che mostra la presenza di circa 189 anziani ogni 100 bambini/adolescenti.

La speranza di vita alla nascita (cioè la durata della vita mediamente attesa al momento della nascita per i nati nel 2004) risulta di 83,59 anni per le donne e di 78,8 anni negli uomini. La popolazione del Comune di Lucca, al 31 dicembre 2004, era costituita per il 46 per cento da immigrati (di cui oltre il 10 per cento stranieri), con una quota prevalente di donne pari al 55 per cento, e un'età media compresa tra 20 e 40 anni.

In totale, gli stranieri immigrati a Lucca, alla fine dell'anno 2004, ammontavano a 4.601. Le aree che hanno contribuito maggiormente a questo flusso in entrata sono state nell’ordine: l'Europa, l'Africa, l'Asia e gli Stati Uniti. Nel 2003, nel comune di Lucca, si sono registrati 1.063 decessi, di cui 584 tra le femmine e 479 tra i maschi.

La causa principale di morte è costituita dalle malattie del sistema circolatorio, che rappresentano il 43 per cento dei morti nell’anno; la seconda causa è rappresentata dai tumori, responsabili del 28 per cento dei decessi totali.

Facebook

Cronoprogramma


Disponibile per il download il Cronoprogramma indagini 2020 (agg. 1/12/2019)

Partners

SISTAN - Sistema Statistico Nazionale

ANCI - Associazione Nazionale dei Comuni Italiani

ISTAT - Istituto Nazionale di Statistica

SIS - Società Italiana di Statistica

ANUSCA - Associazione Nazionale Ufficiali di Stato Civile e d'Anagrafe

DEA - Demografici Associati